"IL RITORNO ALLE ORIGINI", QUELLO DEL "SANSEPOLCRISMO" MILANESE DEL 23 MARZO 1919, REPUBBLICANO E SINDACAL-RIVOLUZIONARIO, SEGNA LA NASCITA DELLA R.S.I.

sabato 25 marzo 2017

COMANDO GENERALE DELLE BRIGATE NERE
Maderno (Brescia) poi Milano  Via Manzoni 10, posta da campo 704
Comandante generale : Col. con funzione di Gen. di divisione Alessandro Pavolini ucciso 28/4/45
Ufficiale addetto : Magg. Puccio Pucci
Capo di S. M. : Col. Giovanni Battista Riggio, dal 28 Ottobre 1944 Gen. Eduardo Facdouelle
Ufficiale addetto : Magg. Forni
Comandante del quartiere Generale : Giovanni Armeni
Assistente spirituale : Cap. Padre Eusebio
Motorizzazione : Col. Brinchigiusti
Personale e disciplini : Rosario Sposito
Operazioni : Gen. Franco Matranga
Sanità : Col. Medico Edmondo Leppo
Ispettore : Gen. Bruno Biagioni
Tribunale di guerra : Gen. Ugo Frigerio
Corrispondenti di guerra : Enrico Edgardo Battilana, Luciano Cavazzoni, Leonardo Chiara, Ugo Franzolin, Giancarlo Pelagatti, Gildo Pezzucchi, Enrico Servetti.
Militi a disposizione : Alama Alfredo, Angelucci Giuseppe, Barsi Ugo, Beccaria Benita, Bramati Domenico, Cadau Gianfranco, Catani Aldo, Cavallo Anna, Cavio Teresa, Cera Giuseppe, Chiti Amerigo, Consonno Alessandro, Corradi Giuseppe, Cortesi Gino, Crescenzi Mario, Della Rocca Giuseppe, Desti Dante, Filidei Gradulfo, Fiorani Aldo, Fornari Gino, Gaddi Otello, Giachin Antonio, Gnesi Gastone, Grossi Emilio, Mariotti Carlo, Mascherini Alcide, Milanesi Lodovico, Milanesi Riccardo, Olgiati Guido, Pippa Ernesto, Pucci Arnaldo, Purchieroni Enrico, Rivolta Ernesto, Rosa Erminia, Scala Sirio, Tombari Silvana, Tommmasi Virgilio, Viola Ernesta.



SETTEMBRE 1944 - MUSSOLINI 
PARLA AGLI SQUADRISTI DI UNA B.N. 
CHE STANNO RAGGIUNGENDO LA ZONA DI OPERAZIONI


Le Brigate Nere erano un Corpo militare della Repubblica Sociale Italiana, che operò nell'Italia settentrionale dopo l' armistizio del 8 Settembre 1943.
Dopo essere stato liberato dai paracadutisti tedeschi di Otto Skorzeny, il 30 Giugno 1944, Benito Mussolini istituì le Brigate Nere col decreto legislativo 446 XXII. Furono istituite in numero di 39, una per ogni provincia e ognuna portava il nome di una Caduto del Fascismo Repubblicano. La forza era di 110.000 uomini.Comandante Generale delle Brigate fu, sin dall'inizio, il segretario. del partito, Alessandro Pavolini.



COSTITUZIONE DELLE BRIGATE NERE:


DECRETO LEGISLATIVO DEL DUCE

30 giugno 1944 - xxii N. 446


Art. 1 La struttura politico militare del Partito si trasforma in organismo di tipo militare e costituisce il Corpo Ausiliario delle Squadre d'Azione delle Camicie Nere.
Art. 2 Il Comando del Corpo è costituito dalla trasformazione dell'attuale Direzione del Partito in Ufficio di Stato Maggiore del Corpo Ausiliario delle Squadre d'Azione delle Camicie Nere. Il Ministro Segretario del Partito assume la carica di Comandante del Corpo.
Art. 3 Le Federazioni assumono il nome di "Brigate Nere" del Corpo Ausiliario ed i Commissari Federali la carica di Comandante di Brigata.
Art. 4 Il Corpo sarà sottoposto alla Disciplina Militare e al Codice Penale Militare del tempo di guerra.
Art. 5 Gli iscritti al PFR, di età compresa fra i 18 e i 60 anni e non appartenenti alle altre Forze Armate della Repubblica, entreranno in seguito a domanda volontaria a far parte del Corpo Ausiliario delle Squadre d'Azione delle Camicie Nere che a secondo della loro idoneità fisica provvederà al loro impiego.
Art. 6 Gli appartenenti alle formazioni ausiliarie provenienti dalle Squadre d'Azione e passati alle FF.AA.RR., alla GNR e alla Polizia Repubblicana, iscritti regolarmente al PFR, possono a domanda essere trasferiti nel Corpo Ausiliario delle Squadre d'Azione delle Camicie Nere.
Art. 7 Compito del Corpo è quello del combattimento per la difesa dell'ordine della Repubblica Sociale Italiana, per la lotta contro i banditi e i fuori legge e per la liquidazione di eventuali
nuclei di paracadutisti nemici. Il corpo non sarà impiegato per compiti di requisizione, arresti od altri compiti di Polizia. L'impiego delle Brigate Nere nell'ambito provinciale viene ordinato dai Capi delle Provincie. Iniziative ed atti arbitrari compiuti da parte dei singoli e che comunque possano screditare il Partito saranno puniti secondo il Codice Militare del tempo di Guerra.
Art. 8 Ciascuna Brigata Nera porterà il nome di un Caduto per la Causa del Fascismo Repubblicano.
Art. 9 Il servizio prestato nel Corpo è considerato a tutti gli effetti come servizio militare. Al personale del Corpo Ausiliario saranno estesi in diritto tutti i benefici in vigore per il trattamento di quiescenza e le provvidenze per i feriti, i mutilati e i deceduti in combattimento o comunque in servizio.
Art. 10 Il Ministro delle Finanze è autorizzato ad apportare le variazioni di Bilancio necessarie per l'attuazione del presente Decreto.
Art. 11 Il Comandante del Corpo d'intesa con il Ministro delle Finanze e con gli altri Ministri interessati, con successivi decreti emanerà le norme di attuazione del presente decreto fissando gli organici, i trattamenti e le disposizioni regolamentari ed esecutive per il funzionamento del Corpo.
Art. 12 Il Corpo Ausiliario delle Squadre d'Azione delle Camicie Nere si avvarrà per i servizi sussidiari del Servizio Ausiliario Femminile secondo le norme del Decreto 18 aprile 1944 XXII e del Regolamento esecutivo.
Art. 13 Il presente Decreto che entrerà in vigore dal 1° luglio 1944 XXII sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale D'Italia e, munito del sigillo dello Stato inserito nella raccolta ufficiale delle leggi e dei Decreti. »

OTTOBRE 1944 - MUSSOLINI CON UN GRUPPO DI SQUADRISTI 
DELLA B.N. "ALDO RESEGA"


ELENCO BRIGATE NERE

I^ Brigata Nera "Ather Capelli" Torino
II^ Brigata Nera "Attilio Prato" Alessandria
III^ Brigata Nera "Emilio Picot" Aosta
IV^ Brigata Nera "Luigi VIale" Asti
V^ Brigata Nera "Carlo Lidonnici" Cuneo
VI^ Brigata Nera "Augusto Cristina" Novara
VII^ Brigata Nera "Bruno Ponzecchi" Vercelli
VIII^ Brigata Nera "Aldo Resega" Milano
IX^ Brigata Nera "Giuseppe Cortesi" Bergamo
X^ Brigata Nera "Enrico Tognu" Brescia
XI^ Brigata Nera "Cesare Rodini" Como
XII^ Brigata Nera "Augusto Felisari" Cremona
XIII^ Brigata Nera "Marcello Turchetti" Mantova
XIV^ Brigata Nera "Alberto Alfieri" Pavia
XV^ Brigata Nera "Sergio Gatti" Sondrio
XVI^ Brigata Nera "Dante Gervasini" Varese
XVII^ Brigata Nera "Bartolomeo Asara" Venezia
XVIII^ Brigata Nera "Luigi Begon" Padova
XIX^ Brigata Nera "Romolo Gori" Rovigo
XX^ Brigata Nera "Francesco Cappellini" Treviso
XXI^ Brigata Nera "Stefano Rizzardi" Verona
XXII^ Brigata Nera "Antonio Faggion" Vicenza
XXIII^ Brigata Nera "Eugenio Facchini" Bologna
XXIV^ Brigata Nera "Igino Ghisellini" Ferrara
XXV^ Brigata Nera "Arturo Capanni" Forlì
XXVI^ Brigata Nera "Mirko Pistoni" Modena
XXVII^ Brigata Nera "Virginio Gavazzoli" Parma
XXVIII^ Brigata Nera "Pippo Astorri" Piacenza
XXIX^ Brigata Nera "Ettore Muti" Ravenna
XXX^ Brigata Nera "Umberto Rosi" Reggio Emilia
XXXI^ Brigata Nera "Generale Silvio Parodi" Genova
XXXII^ Brigata Nera "Antonio Padoan" Imperia
XXXIII^ Brigata Nera "Tullio Bertoni" La Spezia
XXXIV^ Brigata Nera "Giovanni Briatore" Savona
XXXV^ Brigata Nera "Don Emilio Spinelli" Arezzo
XXXVI^ Brigata Nera "Benito Mussolini" Lucca
XXXVII^ Brigata Nera "Emilio Tanzi" Pisa
XXXVIII^ Brigata Nera "Ruy Blas Biagi" Pistoia
IXL^ Brigata Nera Siena
XL^ Brigata Nera "Vittorio Ricciarelli" Apuania
XLI^ Brigata Nera "Raffaele Manganiello" Firenze

RAGGRUPPAMENTO BRIGATE NERE MOBILI:
I^ Brigata Nera Mobile "Vittorio Ricciarelli" Milano
II^ Brigata Nera Mobile "Danilo Mercuri" Padova
III^ Brigata Nera Mobile "Attilio Pappalardo" Bologna
IV^ Brigata Nera Mobile "Aldo Resega" Dronero-Cuneo
V^ Brigata Nera Mobile "Enrico Quagliata" Val Camonica
VI^ Brigata Nera Mobile "Dalmazia" Milano
VII^ Brigata Nera Mobile "Tevere" Milano
II^ Brigata Nera Mobile Arditi Milano

BRIGATE NERE AUTONOME:
Brigata Nera Autonoma "Giovanni Gentile"
Brigata Nera Autonoma Operativa "Giuseppe Garibaldi"
Brigata Nera Autonoma Ministeriale
Brigata Nera Autonoma - Marche
Brigata Nera Autonoma - Gorizia
Brigata Nera Autonoma - Udine
Brigata Nera Autonoma "Tullio Cividino" - Trieste

BRIGATE NERE AUTONOME OLTREMARE:
Compagnia Complementare Fascisti - Rodi




BRIGATA NERA MANTOVA
BRIGATA NERA SAVONA


DISTINTIVO DELLA BRIGATA NERA
"LA DISPERATA" DI FIRENZE


BRIGATA NERA BOLOGNA "EUGENIO FACCHINI"
Eugenio Facchini fu assassinato – a soli 32 anni – con cinque colpi di pistola alle spalle da tre partigiani comunisti dei Gap, mentre stava andando a mangiare alla mensa universitaria dei Guf di Bologna, città della quale era federale. Era il 26 gennaio 1944




Alla XXI Brigata Nera di Verona aderisce 
Eligio Quaglia, 83 anni, pioniere del volo, inizialmente in mongolfiera e poi sui primi aerei


Ausiliarie delle Brigate Nere mentre vengono decorate

ENRICO TOGNU'
A CUI VENNE INTITOLATA LA BRIGATA NERA DI BRESCIA

VARESE 1944

PARMA

SETTEMBRE 1944 GENOVA : SQUADRISTI E AUSILIARIE 
DELLA XXXI B.N. "SILVIO PARODI"

 ESTATE 1944 : LA B.N. BRIGATA MOBILE "ALDO RESEGA"

 SQUADRISTA DELLA B.N. "CESARE RODINI"

 OTTOBRE 1944 SAVONA : LA XXXIV B.N. "GIOVANNI BRIATORE"

 ESTATE 1944 : SQUADRISTI DELLA B.N. "ALDO RESEGA"

 GENNAIO 1945 CREMONA : LA B. N. AUTONOMA 
"GIOVANNI GENTILE"

 ESTATE 1944 MILANO : AUSILIARIE DELLA B.N. "ALDO RESEGA"

 MARZO 1944 MILANO  : LA B. N. "ALDO RESEGA" 
SCHIERATA IN PIAZZA SAN SEPOLCRO

 TORINO 12 APRILE 1945 : I FUNERALI DEI 26 SQUADRISTI DELLA
B. N. "ATHER CAPELLI" CADUTI NELL' ASTIGIANO

22 ^ Brigata Nera “A. Faggion” di Vicenza ,

Alcune squadre furono trasferite a Vittorio Veneto con compiti di pronto intervento nella lotta anti-ribelle . Poi si unirono a Fregona con reparti della Brigata Nera " R. Gori " di Rovigo , 5 Ausiliarie e 2 Tedeschi. Lottarono contro la Brigata Carioli della divisione di Nannatti , si arresero solo il 30 Aprile dopo finte promesse e l ' intervento degli spitfire della RAF.  Inutile dire quanti furono i sopravvissuti.

 APRILE 1945 MILANO : UN REPARTO DELLA B. N. "ATHOS CAPELLI"

 MARZO 1944 MILANO : LA B.N. "ALDO RESEGA" 
SFILA PER CORSO VERCELLI

 AGOSTO 1944 FOSSANO : GIUSEPPE DONGO 
COMANDANTE DELLA B.N. "CRISTINA"

 ESTATE 1944 TORINO : MUTILATI DELL'ESERCITO 
 IN VISITA ALLA B.N. "ATHER CAPELLI"


 INVERNO 1944 AOSTA : REPARTO DELLA B.N. "PICOT"

APRILE 1945 LA B.N. “TURCHETTI” DI MANTOVA

ESTATE 1944 NOVARA : UN UFFICIALE DELLA
B.N. "AUGUSTO CRISTINA"

 ESTATE 1944 AOSTA : MILITI DELLA B.N. "PICOT"

 MARZO 1945 : LA B. N. "ALDO RESEGA" SFILA 
IN PIAZZA DUOMO A MILANO

SETTEMBRE 1944 : NOVARA REPARTI
 DELLA BRIGATA NERA "CRISTINA" 
DAVANTI ALLA CASA LITTORIA


LA BRIGATA NERA DI BIELLA  "BRUNO PONZECCHI"

LA B.N. "ALBERTO ALFIERI" DI PAVIA

MARZO 1945 NOVARA : GIOVANI SQUADRISTI DELLA 
B.N. "AUGUSTO CRISTINA"

LA B.N. " MANGANIELLO"  DI FIRENZE

MARZO 1945 VENEZIA : SQUADRISTI DELLA 
B. N. "BARTOLOMEO AZARA"


BRIGATA NERA "AUGUSTO CRISTINA"



 PAVIA 1944  LA BRIGATA NERA "A. ALFIERI" SFILANO PER LE VIE DELLA CITTA'


PAVIA 1944 I MILITI DELLA BRIGATA NERA " A. ALFIERI" RENDONO OMAGGIO ALLE SPOGLIE DI UN LORO CAMERATA UCCISO DAI PARTIGIANI

Pavia 1944 Militi della B.N. "Alberto Alfieri"



Funerale di un camerata caduto a cui partecipano sia membri
 della brigata nera Bollatese che membri della GNR


Savona marzo 1945 
Ausiliarie delle Brigata Nere di Savona distribuiscono 
generi di conforto a Reparti di Bersaglieri lungo la riviera

B. N: "ETTORE MUTI" DI MILANO

Reparti delle Brigata Nere nella lotta contro le bande partigiane 
presidiano un castello nella Valle D'Aosta

INNO DELLE BRIGATE NERE
BRIGATE NERE, avanguardia di morte siam vessillo di lotte e di orror, siamo l'orgoglio trasformato in coorte per difendere d'Italia l'onor. Viva l'Italia! Fascisti, a noi! Il Fascio è simbolo di tanti Eroi. Brigate nere, dai saldi cuori contro i nemici di dentro e di fuori! Come una rapida freccia che scocca scatta il pugnale che sa vendicar; siamo Fascisti, guai a chi ci tocca, ogni nemico facciamo tremar! Viva l'Italia! Fascisti, a noi! Il Fascio è simbolo di tanti Eroi. Brigate nere, dai saldi cuori contro i nemici di dentro e di fuori!



Carlos De Maere, di nazionalità belga, risiede al Alassio quando si iscrive al PFR e, settantenne, viene inquadrato su sua richiesta- nella Brigata Nera “Antonio Padoan” di Imperia, con il grado di Maggiore. Mentre il figlio Maurizio, Milite scelto del Battaglione “M” d’assalto “Pontida”, prova a raggiungere la Valtellina, con la cosiddetta “Colonna Morsero”, la casa del De Maere viene attaccata dai partigiani. L’anziano Ufficiale, con la moglie Francesca e la figlia Laura, si difende finchè può….esaurite le munizioni, i tre si suicidano



Ten. Gontrano Bettinetti - B.N. Vittorio Alfieri di Pavia
 ucciso in un agguato nel novembre 1944

PIACENZA 9 SETTEMBRE 1944 – LA SALMA DEL QUATTORDICENNE GIUSEPPE CALANDRA UCCISO DAI PARTIGIANI A FONTANAFREDDA, VEGLIATA DA DUE APPARTENENTI ALL’ ORGANIZZAZIONE GIOVANILE DEL PARTITO NEL SACRARIO DELLA FEDERAZIONE DI PIACENZA. ANCHE IL PADRE GIUSEPPE CADDE SUCCESSIVAMENTE IN UNO SCONTRO CON I PARTIGIANI





DELAZIONI E OMICIDI SU COMMISSIONE


ARTURO BIANCHI Fascista di Copiano (Pv) dal 1919 al 1945, fucilato alla schiena il 30 aprile del 1945. Insegnante nella vita civile, dopo l’esperienza al fronte fondò il fascio di Copiano, destinato a diventare uno dei più forti della provincia. Fu ferito tre volte: a Genzone il 25 maggio del ’21, a Binasco qualche tempo dopo, e a Milano il 4 agosto dell’anno successivo, in occasione dell’assalto all’Avanti. Finita l’esperienza squadrista, tornò all’insegnamento e fondò un Collegio-Convitto che, tra l’altro, ospitava gratuitamente gli orfani dei caduti del fascismo. Volontario in Etiopia, aderì alla RSI, con ruoli di comando prima nella GNR e poi nella Brigata Nera. Nell’ Aprile 1945 fu contrario alla resa accettata dallo Stato Maggiore della Brigata in cambio della promessa di incolumità e successiva consegna agli Americani. Sottoposto a processo-burla, andò incontro alla morte con dignità.



Disposizione del C.V.L
trasmessa dal comando della 1^Div. Autonoma Val Chisone 
sul trattamento da usare verso i soldati della R.S.I.



FOGLIO DELLA 39^ BRIGATA NERA FIORENTINA 
"RAFFAELE MANGANIELLO"